Sommario

Antoni Gaudì, il cui nome è sinonimo di modernismo catalano, ha introdotto per primo a Barcellona le intricate, decorate e distintive architetture che oggi punteggiano la città. Sebbene le sue opere non abbiano attirato molta attenzione all'epoca, oggi 7 delle sue meraviglie sono riconosciute dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità. Continua a leggere questa pagina per saperne più sulla vita di Gaudì, sul suo stile architettonico, sulle sue creazioni e sul simbolismo nelle sue opere.

Chi era Antoni Gaudì?

Sagrada Familia Gaudi

Nato nel 1852, Antoni Gaudì è stato un architetto spagnolo, noto soprattutto come il maggior esponente del Modernismo catalano. L'opera architettonica di Gaudì era molto particolare e presentava design unici nel loro genere. La maggior parte delle sue opere si trova a Barcellona, compresa quella più famosa, la Sagrada Familia. Tre sono i temi ricorrenti nella sua opera: la natura, la religione e l'architettura.

Pianificatore meticoloso, Gaudì lavorava instancabilmente ai progetti degli edifici che progettava ma raramente i suoi progetti erano disegnati a mano. Piuttosto, creava modelli in scala 3D e modellava i dettagli sui modelli stessi man mano che li concepiva. Gaudì cercò anche di integrare organicamente nelle sue creazioni l'artigianato, come la falegnameria, la lavorazione del vetro, la forgiatura del ferro battuto e la ceramica. Tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, Gaudì entrò a far parte del movimento modernista, in seguito alla sua esposizione a tecniche e forme artistiche neogotiche e orientali. Ad oggi l'abilità architettonica di Gaudì è lodata dagli architetti moderni e la Sagrada Familia è il monumento più visitato della Spagna. Nel 2005, sette delle sue opere sono state inserite dall'UNESCO nel prestigioso Patrimonio dell'Umanità.

Storia della vita di Antoni Gaudì - Sagrada Familia Gaudi

Nato da un ramaio nella Catalogna di provincia, Gaudì ebbe umili origini. All'inizio della sua vita, la passione per l'architettura lo portò a Barcellona per proseguire gli studi, che furono poi interrotti dall'addestramento militare e da altre attività, tanto che impiegò 8 anni per laurearsi. Nel corso della sua carriera, il suo stile di lavoro attraversò diverse fasi. 

Intorno al 1878, ispirato dai suoi progetti scolastici, adottò un florido vittorianesimo ma ben presto iniziò a combinare motivi geometrici su mattoni o pietra, creando una miscela unica di disegni musulmani e cristiani chiamata stile Mujedar, per poi sperimentare con gli stili gotico e barocco. Dopo il 1902 però, i suoi progetti architettonici si allontanarono dalle opere tradizionali e durante questo periodo il suo lavoro fu duramente criticato e non trovò mai il riconoscimento che meritava. Solo dopo la sua morte si arrivò a scoprire ed apprezzare il fascino del suo stile architettonico, unico in tutto il mondo.

Durante la sua giovinezza, Gaudì fu un uomo spirituale e dedicò la maggior parte delle sue opere alla fede cattolica romana rimanendo celibe per tutta la vita. Sebbene Gaudì fosse una persona mondana agli esordi artistici, verso la fine visse in modo particolarmente modesto. Nel giugno del 1926, all'età di 75 anni, fu investito da un tram e morì. 

Lo stile architettonico di Antoni Gaudì

Lo stile di Gaudì non rientra in nessuno degli stili tradizionali. Per tutta la sua vita si è ispirato alla natura ed è riuscito a creare progetti unici ed inconfondibili: dal barocco al vittoriano, dal musulmano al cristiano, lo stile architettonico di Gaudì ha tutto.

Sagrada Familia Gaudi

Modernismo

Il modernismo o Art Nouveau, una reazione all'architettura conservatrice spagnola, divenne il movimento architettonico caratteristico dell'identità catalana. Con un'enfasi sull'industrializzazione, la tecnologia e la ricerca scientifica, i prodotti industriali e culturali di Barcellona furono esposti all' esposizione universale di Barcellona del 1888. 

Noto sostenitore del modernismo, Antoni Gaudì combinò in un mix eclettico ed unico le forme asiatiche ed islamiche con l'Art Nouveau. La fascinazione di Gaudì per il mondo naturale lo ispirò a incorporare elementi e riferimenti naturali nelle sue opere architettoniche: Casa Vicens, ispirata ai fiori di calendula, e Casa Batllo, ispirata alla vita marina, ne sono alcuni esempi. Lo spirito del modernismo è vivo ancora oggi nei numerosi architetti che sono ancora al lavoro sulla Sagrada Familia

Sagrada Familia Gaudi

Forme geometriche

L'uso di forme geometriche nelle opere di Gaudì combina la ricca architettura islamica con la sua controparte cristiana: ispirandosi anche alla natura, Gaudì utilizzò gli elicoidi per rappresentare i tronchi degli alberi e i conoidi per le foglie. Oltre ai motivi bidimensionali, Gaudì ricorse al mondo naturale anche per realizzare forme tridimensionali: si ispirò infatti ai tronchi d'albero per le colonne della Sagrada Familia, alle ossa umane per le colonne della casa Batllo e alle gabbie toraciche per gli archi a canarino invertiti di Casa Mila. 

Nei soffitti e nei pavimenti di molti edifici, Gaudì utilizzò i mosaici, chiamati anche 'trencadis' e fece anche un ampio uso di archi parabolici nel Palau Guell e nella Casa Batllo. Utilizzò infine anche curve iperboliche per creare le volte della Sagrada Familia e i tronchi d'albero della chiesa principale.

Sagrada Familia Gaudi

L'identità catalana

Fin dalla giovinezza, Antoni Gaudì fu orgoglioso della sua eredità catalana. Devoto cattolico, egli usò i suoi stili architettonici per rendere omaggio alla sua fede e alla sua identità regionale ed aprì un nuovo capitolo nella storia dell'architettura catalana, che si allontanò dalle forme e dalle tecniche convenzionali. 

Si dice che il viaggio di Gaudì al monastero cistercense di Poblet, quando aveva 16 anni, lo portò ad abbracciare la sua identità catalana e a scrivere un manifesto che si proponeva al contempo di restaurare l'edificio e far rivivere parte del glorioso passato della Catalogna. Più tardi nella sua vita, utilizzò l'architettura modernista catalana per dare vita alla poesia e ai miti nazionali: la Sagrada Familia stessa divenne presto un monumento iconico ed un sinonimo dell' identità catalana.

Sagrada Familia Gaudi

Stile gotico

Gaudì sperimentò lo stile gotico nel Palazzo Episcopale ad Astorga e nella Casa de los Botines, mentre nella progettazione della Sagrada Familia, combinò elementi della tradizione gotica con le linee curve tipiche dell'Art Nouveau. La Sagrada Familia è unica perché se da lontano l'edificio mostra un architettura prevalentemente gotica, quando ci si avvicina, i motivi organici e le colonne ispirati alla foresta rivelano progressivamente la sua dimensione modernista. 

L'influenza dello stile gotico nell'architettura di Gaudì dimostra il suo apprezzamento per il passato. Intrecciando il vecchio con il nuovo, egli ha creato una transizione senza soluzione di continuità tra scuole di architettura molto diverse tra loro: nella sua opera sembra che la storia si sviluppi in modo non lineare e non cronologico attraverso il passato, il presente e il futuro.

Simbolismo nell'opera di Gaudí

Sagrada Familia Gaudi

Natura

L'architettura biomimetica di Gaudì ha tratto ispirazione da alberi, lumache, foglie e persino dalla gabbia toracica umana.  

Si dice che gli archi catenari di Casa Mila siano stati ispirati dalla gabbia toracica umana, le colonne della Sagrada Familia dagli alberi, le colonne della casa Batllo dalla tibia umana, le scale a chiocciola della torre della Sagrada Familia dalla conchiglia a spirale di Perisphinctes e le colonne del Parc Guell dall'ippocastano.

Sagrada Familia Gaudi

Religione

Gaudì era un uomo devoto. Il suo capolavoro, la Sagrada Familia, voleva essere un tributo a Dio e al cattolicesimo. La facciata della Natività della chiesa, costruita durante il periodo in cui dirigeva i lavori della basilica, riportava numerose storie bibliche ed era sua intenzione scrivere la storia dell'intera fede cattolica nell'edificio della basilica. Gaudì credeva fermamente che la natura è il luogo in cui l'uomo è più vicino a Dio e, per questo motivo, simboli e raffigurazioni del mondo naturale ricorrono con frequenza nella maggior parte delle sue opere.

Sagrada Familia Gaudi

Identità catalana

L'ascesa di Gaudì come architetto coincise con l'affermarsi del movimento del modernismo catalano e Gaudì stesso abbracciò e portò avanti questo movimento reazionario e vi diede il suo tocco personale. Combinò gli antichi stili gotici con quelli modernisti e creò uno stile architettonico unico, oggi segno inconfondibile della sua opera. Il simbolismo politico di un'identità architettonica catalana unica, separata dall'architettura centrale spagnola, divenne allora evidente.

Il capolavoro architettonico - Sagrada Familia Gaudi

L'iconica Sagrada Familia è il capolavoro indiscusso di Gaudì. Iniziata nel 1882, la cattedrale rimane ancora oggi incompiuta. Il monumento è una combinazione di stili gotici antichi e di modernismo catalano, che gli conferiscono un aspetto complessivamente neogotico. 

Antoni Gaudì era immensamente devoto e la Basilica era il suo modo di mostrare il proprio rispetto a Dio: attraverso questa opera si proponeva di scrivere la storia della fede cattolica in un unico edificio. La facciata della natività, costruita quando Gaudì era ancora in vita, contiene la rappresentazione di varie storie della Bibbia. 




Prenota i tuoi biglietti per la Sagrada Familia

Biglietti Fast-Track per la Sagrada Familia con entrata assistita
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
Durata flessibile
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
40 €
Tour guidato veloce della Sagrada Familia
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
1 h - 2 h
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
47 €
Tour guidato del Parco Güell e della Sagrada Familia
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
3 h 30 min - 4 h 30 min
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
83 €
Tour guidato semi-privato della Sagrada Familia
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
1 h 15 min
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
69 €

La Barcellona di Gaudì | Creazioni più importanti di Antoni Gaudì

Sagrada Familia Gaudi
Sagrada Familia Gaudi
Sagrada Familia Gaudi
Sagrada Familia Gaudi
Sagrada Familia Gaudi

Palau Guell

Il Palau Guell fu progettato da Gaudì per Eusebi Guell e la sua famiglia. Situato nel quartiere gotico della città, il palazzo presenta una facciata ad arco parabolico e figure a mosaico sul tetto. L'interno presenta una cupola parabolica nella sala centrale con un soffitto a salone perforato da cerchi per far entrare la luce. Di notte al soffitto venivano appese delle lanterne per dare l'impressione di un cielo notturno. In cima all'edificio, ci sono camini colorati a forma di albero.

La residenza, che un tempo ospitava la crème de la crème della società barcellonese, è oggi patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Sagrada Familia Gaudi

Casa Calvet

Casa Calvet fu progettata da Gaudì per Martir Calvet, un noto produttore di tessuti. Tra tutte le sue opere, Casa Calvet fu uno dei progetti più conservatori di Gaudì. Vincitore del premio per il miglior edificio dell'anno nel 1900, la costruzione presenta una facciata barocca ed una struttura simmetrica ed equilibrata. Anche se ha l' apparenza di un edificio piuttosto convenzionale, i suoi dettagli rivelano lo stile inconfondibile di Gaudì. 

Gaudì estese il suo senso decorativo ed il suo acume estetico agli interni, ai mobili, alle famose sedie da ufficio, alle scrivanie e persino agli appendiabiti, ai portaombrelli e alle maniglie di questo edificio.

Sagrada Familia Gaudi

Colonia Guell

La Colonia Guell è un edificio che venne commissionato dalla famiglia Guell e che rimase incompiuto. L'edificio doveva essere un luogo di culto nella periferia di Barcellona, realizzato in mattoni di pietra basaltica e mosaico. La costruzione dell'edificio, iniziata nel 1898, venne interrotta nel 1914, quando la famiglia Guell andò in bancarotta. 

Colonne di varie forme geometriche, spesso utilizzate da Gaudì, sono presenti sia all'interno che all'esterno di questo edificio ed anche per via dei suoi ricchi interni questa chiesa sembra essere un precursore della Sagrada Familia.

Sagrada Familia Gaudi

Finca Guell

Eusebi Guell era diventato un mecenate ed un amico di lunga data verso la fine della vita di Gaudì e la Finca Guell, uno dei primi progetti realizzati dall'architetto catalano, segnò l'inizio di un proficuo rapporto professionale tra i due. Il muro, con le sue porte in stile mudéjar, è l'attrazione principale mentre i cancelli, con la forma di un drago, rappresentano il mitico drago del giardino delle Esperidi, e commemorano l'audace impresa di Ercole. 

Gli interni della tenuta, sebbene costruiti da altri architetti, vennero ristrutturati da Gaudì stesso.

Sagrada Familia Gaudi

Fontana della Cascada al Parc de la Ciutadella

Questa fontana in stile barocco fu progettata quando Gaudì era ancora uno studente ed assistette l'architetto principale Josep Fontsere nel 1881 in preparazione ad una mostra nel 1888. Si dice che la fontana sia liberamente ispirata alla fontana di Trevi in Italia. I quattro cavalli, le vongole scolpite nella pietra e i draghi recano l'inconfondibile impronta dell'opera di Gaudí.

Sagrada Familia Gaudi

Torre Bellesguard

La Torre Bellesguard è un mix di stili gotici antichi e di forme Art Nouveau. La storia del sito della casa Bellesguard risale al XV secolo e fu la dimora del re Martino I, l'ultimo monarca della casa di Barcellona.

Ispirandosi alla ricca storia del sito, Gaudì costruì un capolavoro semigotico e modernista, con elementi simbolici che esprimono il ricco passato di questo edificio.

Domande frequenti - Sagrada Familia Gaudi

D. Chi era Antoni Gaudì?

R. Antoni Gaudì è stato un architetto catalano modernista le cui opere punteggiano oggi il paesaggio urbano di Barcellona. A suo nome ci sono 7 siti patrimonio mondiale dell'UNESCO.

D. Quali sono le opere più importanti di Gaudì a Barcellona?

R. Le opere più importanti di Gaudí sono la Sagrada Familia, Palazzo Güell, Casa Calvet, Colonia Guell e Finca Guell.

D. Qual è l'opera più famosa di Antoni Gaudì?

R. La Sagrada Familia è l'opera più famosa di Gaudì, un' opera che a tutt'oggi rimane incompiuta.

D. Quali sono le opere di Gaudì che dovrei visitare a Barcellona?

R. La Sagrada Familia è assolutamente da visitare e la Casa Vicens, la Casa Calvet, la Casa Batllo, tra le altre opere, meritano anche senz'altro una visita.

D. Qual era lo stile architettonico di Antoni Gaudì?

R. Gaudì non aveva uno stile particolare, sperimentò tuttavia con l'Art Nouveau, il revival gotico, l'organico e il modernismo.

D. Qual è stata la prima opera commissionata ad Antoni Gaudì?

R. Casa Vicens è stata la prima grande opera di Gaudì e fu progettata nel 1878.

D. Qual è stato l'ultimo progetto a cui Gaudì ha lavorato?

R. La Sagrada Familia fu l'ultima opera di Gaudì. Purtroppo non visse abbastanza per vederla terminata e morì nel 1926 dopo essere stato investito da un tram.